PREMESSE E SCOPI

Le gare “Avot Winter Cup” saranno organizzate al di fuori delle gare di C.I. F3J e F3J/E.

L’organizzazione delle gare sarà a cura del “Gruppo Coordinamento Avot Winter Cup” composto da : Roberto Bonafede, Daniele Turco, Marco Fanchini per l’ Area nord e da Maurizio Comanducci, Marco Mauti, Giuseppe Mencarelli, Sergio De Marco, Fulvio Salvigni per l’Area centro-sud , con la supervisione di Giuseppe Generali e Giuseppe Gallizia.

Le gare saranno impostate come delle “mini F3J” con round composti da tanti gruppi di volo (minimo 4 gruppi da 3 piloti) in funzione del numero dei concorrenti e dello spazio a disposizione.

Il “concetto” è di riprodurre in piccolo una gara di F3J con utilizzo dei medesimi sistemi sonori per abituare le persone a convivere e coordinarsi con questi suoni ; rispetto al regolamento Fai sono apportate una serie di piccole modifiche onde rendere la gara più snella e meno rischiosa in particolare per eventuali piloti nuovi a questa disciplina.

Ai piloti alle loro prime esperienze verranno concessi dei “benefit” come di seguito indicato.

Saranno considerati “New Entry” tutti quei piloti che prima dell’inizio della Winter Cup potranno vantare una sola precedente partecipazione ad una gara di campionato F3J, Avot, F5J, F5J Autonomy delle ultime due stagioni ; è facoltà del concorrente scegliere di non far parte della categoria “New Entry” gareggiando senza i benefit concessi ai novizi.

Le gare verranno effettuate con cadenza mensile con inizio nel mese di ottobre e termine nel mese di aprile.

Sono previsti dei premi finali offerti da sponsor esterni e acquistati con il ricavato raccolto con le quote di iscrizione; questi premi verranno assegnati, secondo le modalità sotto riportate, ai primi classificati del campionato ed estratti a sorte fra i piloti che avranno preso parte ad almeno quattro gare del campionato AVOT 2012-2013.

La classifica finale verrà redatta sommando i quattro migliori punteggi secondo lo schema riportato nella sezione “sistema punteggi Winter Cup” ottenuti da ogni singolo partecipante. L’ultima gara in programma , denominata “finale” , si svolgerà in luogo baricentrico rispetto alle due “aree” e sarà divisa in due parti : la prima parte costituirà l’ultima gara prevista nel calendario Avot Winter Cup 2012-2013 (gara con round limitati in funzione del numero di partecipanti per poter permettere lo svolgimento dei Fly Off): al termine di questa si svolgeranno 2 voli di fly-off tra tutti i piloti entrati in classifica (almeno 4 gare disputate) divisi in gruppi da 5/6 piloti in funzione del numero di basi che si possono ospitare sul campo. I Fly Off degli elettrici verranno disputati a parte vedere sezione elettrici. Per i voli di fly-off il tempo di volo verrà portato da 7 a 10 minuti (per il solo gruppo dei primi classificati) e le modalità di conteggio saranno quelle previste nel regolamento F3J, con tempo di volo preso allo sgancio per tutti.

All’estrazione finale dei premi previsti a “sorteggio” potranno accedere i piloti che avranno partecipato ad almeno quattro gare fra quelle previste a calendario (“finale” inclusa).

La quota di iscrizione è stabilita in 15 euro per ogni gara (10 euro per gli Junior) e 15 euro (inclusi Junior) per la finale in cui sarà previsto un rinfresco di chiusura del campionato AVOT; questa cifra servirà a costituire un fondo cassa per le premiazioni di ogni singola gara, per la premiazione finale e per eventuali attrezzature necessarie al campionato.

REGOLAMENTO

Verranno utilizzati i verricelli previsti nel regolamento F3J con picchetto di rinvio posto a 100 metri.

Il tempo di volo sarà di 7 minuti ; il punteggio di atterraggio come da attuale regolamento Fai ; il punteggio finale della batteria rapportato a mille.

Verrà utilizzato il sistema sonoro “F3J Audio System” (F.A.S.) eventualmente integrato con la parte visiva (display) qualora disponibile, od un impianto audio adatto a garantire una adeguata copertura sonora delle linee di volo.

Il decollo avverrà in simultanea con un minimo di 4 gruppi di volo.

Il tempo di volo verrà calcolato non dallo sgancio ma sul tempo operativo di 7 minuti ; questa è l’unica modifica rispetto al regolamento F3J standard e serve per facilitare le operazioni di cronometraggio ed il controllo dello stesso. Ogni pilota dovrà organizzarsi per l’autocronometraggio. I piloti dovranno partire in contemporanea entro massimo 5 secondi dalla sirena di “start” pena l’annullamento del volo.

L’atterraggio avverrà secondo le modalità e le misurazioni previste nell’attuale regolamento F3J ; per atterraggi oltre il tempo operativo verranno applicate le penalità previste dal regolamento.

In caso di rottura cavo o per i casi previsti dal regolamento F3J (es. scontro in volo) verrà concesso al concorrente di rivolare in una manche successiva.
Se sono presenti “buchi” nelle matrici verrà fatto volare in uno dei buchi disponibili altrimenti si effettuerà un round supplementare alla fine di tutti i round previsti; Il round supplementare raggrupperà le persone interessate ad eventuali refly completati con il numero di piloti necessari a formare una nuova batteria (numero deciso dal direttore di gara : min. 4 max. 5) scelti a sorteggio; i piloti sorteggiati NON potranno scegliere il tempo migliore fra i voli effettuati; la loro presenza serve solo per definire il punteggio da assegnare ai piloti richiedenti il refly. Verra’ pertanto calcolato il punteggio del round supplementare e riportato il punteggio dei piloti richiedenti il refly nel round in cui avrebbero dovuto volare inserendo un tempo ed un punteggio di atterraggio che faccia risultare il totale ottenuto nel round supplementare.

La classifica finale prenderà in conto i risultati rapportati a 1000 di ogni round, con lo scarto del risultato peggiore se vengono effettuati più di 8 round.

Benefit per i concorrenti “New Entry” :

Il decollo potrà avvenire entro i 10 secondi successivi alla sirena di “start” ; questo per permettere al pilota di partire con la giusta tranquillità senza correre il rischio di interferire con il decollo degli altri modelli.

Il “pieno” verrà considerato raggiunto allo scadere del tempo << 6’50” >> ; ciò significa che il pilota potrà atterrare nei 10 secondi successivi avendo comunque accreditato il massimo del punteggio di volo raggiungibile e cioè 420 punti. Dovrà in ogni caso atterrare entro la sirena di fine tempo operativo altrimenti verranno applicate le penalità previste dal regolamento. La misurazione del centro avverrà come da regolamento F3J.

Queste gare sono fatte con il massimo rispetto reciproco: chi crede di venire a gareggiare sfruttando alla lettera un Regolamento che non é esattissimo è pregato di astenersi dalla partecipazione. Il Direttore di gara, usando tanto buon senso ed interpretando lo spirito della categoria, sarà l’arbitro assoluto, da tutti accettato e mai contestato. (questo ultimo capoverso è sempre stato presente nei precedenti regolamenti Avot e viene pertanto qui riproposto).

MODELLI ELETTRICI

E’ ammessa per motivi promozionali la partecipazione di modelli con motorizzazione elettrica, ma non è consentita la partecipazione simultanea di un pilota con elettrico e f3j.

I modelli dovranno essere equipaggiati con un logger tipo “RC Altimeter #2 BASIC“della “RC Electronics” : http://www.rc-electronics.org/index.html o dispositivi simili che ad una quota determinata spenga il motore con una adeguata precisione e che tale quota verrà scelta in modo da consentire che i modelli elettrici e quelli f3j, possano essere classificati assieme.

Il dispositivo dovrà impedire in ogni caso la riaccensione del motore e non consentire il funzionamento del motore oltre il limite di tempo scelto dalla giuria fino al successivo reset a terra.

E’ facoltà della giuria modificare la taratura anche durante la gara ove si presentassero situazioni meteo che favorirebbero o sfavorirebbero in modo evidente i modelli elettrici secondo i seguenti tre step 100mt/20sec (step1) , 115mt/25sec. (step2), 130mt/30sec. (step3)

Tale step verrà deciso consultando i piloti prima e/o durante la gara e comunque a discrezione degli organizzatori/direttori di gara e non contestabile dai piloti.

 

I piloti con modello con motorizzazione elettrica decolleranno 10 secondi prima dello start dei piloti senza motorizzazione elettrica nel caso della taratura a STEP1, 15 secondi prima nel caso dello STEP2 e 20 secondi prima nel caso dello STEP3. Questo per consentire (nel limite del possibile) l’inizio della planata assieme ai modelli f3J

 

Non saranno previsti due segnali di start quindi è responsabilità dei piloti con motorizzazione elettrica lanciare il modello secondo quanto descritto, se dovessero lanciare oltre ai 5 secondi di ritardo il loro volo verrà annullato.

 

I piloti con motorizzazione dovranno avere l’attrezzatura per tarare i propri dispositivi e devono poter dimostrare alla giuria il logger del volo se gli viene richiesto. Inoltre dovranno tassativamente utilizzare una traiettoria di salita non interferente con la linea di decollo dei verricelli, pena l’annullamento del volo.

 

 

I restanti punti del regolamento rimangono invariati a parte la finale dei FLY OFF che per incompatibilità con il regolamento F3J (che verrà adottato per i soli FLY OFF) non potrà avvenire, verrà quindi organizzata una finale di FLY OFF tra i soli piloti con motorizzazione elettrica entrati in classifica (4 gare) si utilizzerà lo STEP 3 con tempo di volo di 7 minuti, è facoltà di un pilota con motorizzazione disputare i Fly Off con modello da F3J in questo caso disputerà la finale assieme agli F3J.

Sarà consentita la presenza di un numero di piloti dotati di modello elettrico in proporzione massima di 1 a 2 rispetto ai piloti F3J purchè sia SEMPRE rispettata la regola di avere round con almeno 4 piloti f3j contemporaneamente in volo quindi lo spazio a disposizione determinerà in effetti il rapporto tra le due tipologie di modelli.

E’ consentito al pilota “Electro” di passare nella categoria F3J anche nel corso del campionato ; la scelta è irreversibile ; i punteggi delle gare effettuate inizialmente come pilota “Electro” potranno essere sommati a quelli delle gare effettuate successivamente come pilota F3J . Non è consentito al pilota F3J il passaggio alla categoria “Electro”

I posti disponibili per i piloti “Electro” saranno assegnati in primo luogo a piloti che non hanno partecipato a gare F3J negli ultimi 3 anni ; a seguire potranno essere occupati da piloti anche attualmente praticanti la categoria F3J.

In ogni caso la partecipazione ed il numero dei modelli elettrici ammessi per ogni singola gara sarà a discrezione del “Gruppo Coordinamento Avot Winter Cup” che potrà decidere diversamente rispetto a quanto sopra indicato in funzione del luogo, dello spazio a disposizione per posizionare i centri di atterraggio e del numero complessivo dei concorrenti iscritti.

 

 

SISTEMA PUNTEGGI WINTER CUP determinazione classifica generale

Il sistema di punteggi per la determinazione della classifica generale si basa sulla seguente tabella di riferimento
TABELLA DI RIFERIMENTO

Posizione: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24
Punteggio:40 35 30 25 20 19 18 17 16 15 14 13 12 11 10 9 8 7 6 5 4 3 2 1

Alla tabella di riferimento verranno decurtati dei punti secondo una formula
per parametrizzare i punteggi in relazione al numero di partecipanti e fare in
modo che tappe diverse con numero di partecipanti diversi siano comunque eque.
La formula è: (41-(partecipanti))/2 arrotondato per difetto.

Esempio con 32 partecipanti:

(41-32)/2=4,5 arrotondato per difetto=4 punti da detrarre alla tabella di riferimento
quindi prendono dei punti ATTENZIONE i primi 20 su 32 piloti ed il primo prende 40-4=36punti

Generali ha preparato un file con la formula sopra citata ed è scaricabile dall’area file della lista F3J
ATTENZIONE (banale ma meglio specificare) questo metodo si applicherà SOLO per la
determinazione della classifica generale.

CALENDARIO

E’ stato stilato il seguente calendario prevedendo 1 tappa iniziale in posizione centrale tra i due gruppi coordinanti, 4 tappe per ogni “area” più una sesta tappa “finale” da effettuarsi in posizione baricentrica.

Le date potranno subire degli spostamenti in funzione del meteo del momento e la gestione degli spostamenti sarà a discrezione degli organizzatori.

3 thoughts on “AVOT Stagione 2012-2013 – REGOLAMENTO

  1. Pingback: AVOT - F3J Winter Cup - La Classifica Generale PROVVISORIA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>